Exhibitions 2022

AI LIMITI DEL MONDO

Fotografie e documenti originali d'epoca dai Mondo Movies Italiani ' 58 - '74

A cura di Matteo Giacomelli

La mostra AI LIMITI DEL MONDO. Fotografie e documenti originali d’epoca dai Mondo Movies italiani ’58 – ’74   presenta nello studio - galleria Spazio e Immagini di Bologna una selezione di 30 rare fotografie originali d'epoca sia di scena che di fuori scena oltre a una serie di documenti dei principali Mondo Movies italiani.

Si tratta di una ricognizione sui limiti della visione giocata tra fotografia e film. I Mondo Movies, un genere cinematografico nato in Italia negli anni '50 – '60 a metà strada tra documentario e  giornalismo d'inchiesta  si offrono come il territorio privilegiato per scandagliare il limite dell'immagine rappresentata toccando i temi della morale, del lecito e del verosimile che hanno infiammato l’opinione pubblica del tempo e che restano, nonostante gli anni trascorsi, di umanissima attualità.

In questa mostra le fotografie originali d'epoca dei Mondo Movies, al di là degli autori che le hanno scattate, sono le vere protagoniste. Il loro contenuto a volte carnale e altre cannibale le rende portatrici di verità e fa luce sugli aspetti dell'ignoto, dello sconosciuto e di ciò che è strano.

Sono esposte le fotografie originali d’epoca e documenti dai seguenti film:

“Europa di Notte” ( 1958 ), “Il Mondo di Notte” ( 1960 ), “Le Orientali”

( 1960), “Sexy” ( 1962 ), “Sexy al Neon” ( 1962 ), “Mondo Cane” ( 1962), “Mondo Cane 2” ( 1963), “Questo Mondo Proibito” ( 1963 ),

“Notti Nude” ( 1963 ), “Mondo Infame” ( 1963 ), “I Malamondo” ( 1964 ), “Tentazioni Proibite” ( 1965 ), “Africa Addio”( 1966 ),

“Africa Segreta” ( 1969), “Psychidion / Nel Labirinto del sesso” ( 1969 ),

“Il Dio sotto la Pelle” ( 1974 ), “Nuova Guinea L’isola dei Cannibali” ( 1974 ).

 

OPENING: SABATO 9 APRILE 2022 H. 16.00

MOSTRA: 9 APRILE – 30 GIUGNO 2022

ORARI: MARTEDI’ - MERCOLEDI': H. 16.00-19.00 

                GIOVEDI’- VENERDI'- SABATO: H. 10.00 - 12.30 / 16.00 - 19.00

E' PREFERIBILE  FISSARE UN APPUNTAMENTO
 

locandina Mondo Movie jpg.jpg

AI LIMITI DEL MONDO.

Original vintage photos and documents from the Italian Mondo Movies '58 - '74

Curated by Matteo Giacomelli

The exhibition AI LIMITI DEL MONDO. Original vintage photos and documents from the Italian  Mondo Movies '58 - '74 presents in the Spazio e Immagini studio - gallery in Bologna a selection of 30 rare original  vintage  photos of both sets and off-sets as well as a series of documents from the main Italian  Mondo Movies.

This is a reconnaissance of the limits of vision played out between photography and film. The Mondo Movies, a cinematographic genre born in Italy in the 50s and 60s, halfway between documentary and investigative journalism, offer themselves as a privileged territory to sound out the limits of the represented image, touching on the themes of morality, lawfulness and verisimilitude that inflamed public opinion at  the time and that remain, despite the years that have passed, extremely topical.

In this exhibition, the original vintage photos of Mondo Movies, beyond the authors who took them, are the real protagonists. Their content, sometimes carnal and sometimes cannibalistic, makes them bearers of truth and sheds light on the unknown, the hidden  and the strange.

On display are original vintage photographs and documents from the following  films:

“Europa di Notte” ( 1958 ), “Il Mondo di Notte” ( 1960 ), “Le Orientali” ( 1960 ), “Sexy” (1962), “Sexy al Neon” ( 1962 ), “Mondo Cane” ( 1962 ),

“Mondo Cane 2” ( 1963 ), “Questo Mondo Proibito” ( 1963 ),

“Notti Nude” ( 1963 ), “Mondo Infame” ( 1963 ), “I Malamondo” (1964 ), “Tentazioni Proibite” ( 1965 ), “Africa Addio” ( 1966 ), “Africa Segreta” ( 1969 ), “Nel Labirinto del sesso / Psychidion” ( 1969 ), “Il Dio sotto la  Pelle” ( 1974 ), “Nuova Guinea l'Isola dei Cannibali” ( 1974 ).

OPENING: SATURDAY 9 APRIL 2022 H. 16.00

EXHIBITION: APRIL 9 - JUNE 30, 2022

HOURS: TUESDAY - WEDNESDAY: H. 16.00-19.00 

                THURSDAY - FRIDAY - SATURDAY: H. 10.00 - 12.30 / 16.00 - 19.00

IT IS PREFERABLE TO MAKE AN APPOINTMENT.

MARCELLO DIOTALLEVI TRA POESIA VISIVA E MAIL ART

100 + 1 CARTOLINE D'ARTISTA

A cura di Matteo Giacomelli

La mostra Marcello Diotallevi tra Poesia Visiva e Mail Art. 100 + 1 cartoline d'artista 1978 -  2022 presenta nello studio – galleria Spazio e Immagini di Bologna una selezione di rare cartoline d'artista elaborate da Marcello Diotallevi nel corso della sua ormai cinquantennale attività di ricerca tra la Poesia Visiva e la Mail Art.

Si tratta della prima ricognizione ad ampio raggio dell'attività sotterranea ed offstream di Diotallevi. Egli infatti, affiancatosi verso la fine degli anni '70 alla Poesia Visiva, nel corso degli anni '80 e '90 pratica il network della corrispondenza creativa della Mail Art. Viene presentata una ricerca all'insegna di uno degli ultimi filoni dell' Avanguardia ancora da esplorare in toto, affrontato attraverso la forma del medium minimo della cartolina.  

Oggi il nome di Marcello Diotallevi può essere annoverato a fianco di Anna Banana, Bill Gaglione, Chuck Welch (Crackerjack Kid ), Vittore Baroni, Ruggero Maggi e altri, che hanno offerto a questa avanguardia trasversale contributi rilevanti.

Della collezione di oltre 100 cartoline di Marcello Diotallevi in mostra, alcune sono nate come opere autonome altre invece sono concepite dall'artista per rispondere a una funzione informativa della propria attività espositiva. Ne emerge un ritratto fatto di tessere di carta colorate che dà corpo all'intera poetica disseminatrice e un po' dissipativa di Diotallevi dalla fine degli anni '70 fino a oggi, il 2022. Dentro c'è tutto o quasi l'universo poetico di Diotallevi: la scrittura gestuale e il ciclo delle Fiabe al vento in forma di aquiloni, i rapporti interpersonali e le amicizie, l'eros visto come forza creativa e come lusus, la pratica del network messa in atto prima del web e l'estetica coloratissima della grafica Post-Modern. Non ultima la cronaca del Covid 19, affrontata da performer, tutto in forma di cartolina. Un auto-ritratto d'artista da cogliere per frammenti o a tutto tondo.

NOTA BIOGRAFICA

Marcello Diotallevi è nato il 24 aprile del 1942 a Fano. Ha vissuto a Roma dal 1946 al 1974 dove,

per un decennio, ha esercitato l’attività di restauratore presso il Laboratorio di restauro in Vaticano.

Ha inizio in quegli anni anche la sua attività artistica all’insegna dell’irrequietezza. Come pittore

prima, poi come scultore - nei primi anni Settanta -, quindi per un po' si occupa di grafica e infine

inizia a scrivere. Sul finire degli anni Settanta hanno inizio le sue incursioni nell’area della Mail Art

e della Poesia Visiva. In oltre quarant’anni di costante attività ha collaborato con suoi interventi a

libri e riviste nazionali e internazionali. Ha allestito mostre personali nelle maggiori città italiane e

all’estero, partecipando nel contempo a esposizioni collettive in tutto il mondo. Fa parte del gruppo

di intervento artistico “I metanetworker in spirit”.

Si occupa in prevalenza di Poesia Visiva, Mail Art, installazioni e libri d’artista. E’ l’autore della copertina della Guida al Musée National d’Art Moderne-Centre Georges Pompidou di Parigi (Hazan Editeur, 1983). Nel 2007 è invitato al 52° Biennale di Venezia, Eventi Collaterali, “Camera 312 - promemoria per Pierre”. Figura nella Storia dell’arte italiana del ‘900. Generazione anni Quaranta di Giorgio Di Genova, edizioni Bora, Bologna 2007. Le sue opere e libri d'artista sono presenti tra gli altri nel The Ruth and Marvin Suckner Archive of Concrete and Visual Poetry dell' Università dell'Iowa, al Getty Reasearch Institute e la Beinecke Library. Dal 1974 abita a Fano.

 

MOSTRA:15 gennaio - 19 febbraio 2022

OPENING:  sabato 15 gennaio  h.16.00 
ORARI: martedì - mercoledì h. 16.00 -19.00

             giovedI' - venerdì - sabato: h. 10.00 -12.30 /  16.00 - 19.00. OPPURE SU APPUNTAMENTO

MARCELLO DIOTALLEVI. BETWEEN VISUAL POETRY AND MAIL ART.

100+1 artist postcards 1978 - 2022

Curated By Matteo Giacomelli

The exhibition presents in the Spazio e Immagini gallery in Bologna a selection of rare artist’s postcards by Marcello Diotallevi during his fifty-year career between Visual Poetry and Mail Art.

This is the first wide-ranging inquiry of Diotallevi's underground and offstream activity. At the end of the 70s he joined the group of italian Visual Poetry and during the 80s and 90s he practiced the network of creative correspondence of Mail Art. It is an intriguing research in the name of one of the last strands of the avant-garde refractory to classifications and yet to be fully explored, addressed through the form of the minimal but not ephemeral medium of the postcard.

Today the name of Marcello Diotallevi can rightly be counted in a supranational perspective that sees him alongside Anna Banana, Bill Gaglione, Chuck Welch (Crackerjack Kid), Vittore Baroni and others, who have offered relevant contributions to this transversal avant-garde.

From the collection of more than 100 postcards by Marcello Diotallevi on display, some were born as autonomous works, while others were conceived by the artist to respond to an informative function regarding his own exhibition activity. What emerges is a portrait made of colored paper tiles that gives body to Diotallevi's entire disseminating and somewhat dissipative poetics from the end of the 1970s to today, 2022. Inside there is all or almost all of the poetic universe of Diotallevi: gestural writing and the cycle of Fairy Tales in the Wind in the form of kites, interpersonal relationships and friendships, eros seen as a creative force and as lusus, the practice of the network implemented before the web and colorful aesthetics of Post-Modern graphics. Last but not least, the chronicle of Covid 19, all obviously in the form of a postcard. A self-portrait of an artist to be grasped in fragments or in the round.

BIOGRAPHICAL NOTE

Marcello Diotallevi (1942), lived in Rome from 1946 to 1974 where,

for a decade, worked as a restorer at the Restoration Laboratory in the Vatican.

In those years his artistic activity also began in the name of restlessness. As a painter

first, then as a sculptor - in the early seventies -, then for a while he dealt with graphics and finally

start writing. At the end of the seventies, began his engagement into the Mail Art and Visual Poetry. In over forty years of constant activity he has collaborated with his interventions in

national and international books and magazines. He has set up personal exhibitions in major Italian cities and

abroad, while participating in collective exhibitions around the world. He is part of the group

of artistic intervention "I metanetworker in spirit".

He mainly deals with Visual Poetry, Mail Art, installations and artist's books. He is the author of the

cover of the Guide to the Musée National d’Art Moderne-Center Georges Pompidou in Paris

(Hazan Editeur, 1983). In 2007 he was invited to the 52nd Venice Biennale, Collateral Events, “Camera

312 – promemoria per Pierre ". He figures in the Storia Italiana dell’Arte del Novecento. Generazione anni Quaranta by Giorgio Di Genova, Edizioni Bora, Bologna 2007.

His works and artist books are featured in The Ruth and Marvin Suckner Archive of Concrete and Visual Poetry of the University of Iowa, the Getty Reasearch Institute and the Beinecke Library, among others. He has lived in Fano since 1974.

EXHIBITION: 15 January 2022 - 19 February 2022

OPENING HOURS: Tuesday and wednesday: 4 pm - 7  pm
                                 Thursday, friday and saturday: 10 am - 12.30 pm / 4 pm - 7 pm. IT IS ADVISABLE, HOWEVER, TO  MAKE AN APPOINTMENT

mostra  Marcello Diotallevi
Marcello Diotallevi Santification, 1969